Cookies

11 marzo 2013

mood: Bruxelles + Bruges

finalmente riesco a parlare del viaggio.. avrei altre cose impellenti da raccontarvi ma quelle me le tengo per il prossimo post ^^
abbiamo scelto una destinazione che non mi premeva visitare nell'immediato, ma ci siamo trovati un'ottima offerta Alitalia e ne abbiamo approfittato.. in fondo un viaggio è sempre un guadagno intellettuale e culturale, quindi non ce ne perdiamo uno! siamo arrivati in Belgio verso le 18 e abbiamo avuto il tempo di capire come muoverci prima di andare a cena.. la prima sera è stata dedicata al centro, che brulica di localini pullulanti di giovani e di musica in ogni angolo di stradina.. un bell'ambiente insomma, aiutato dal fatto che fosse giovedì sera! il giorno dopo sveglia presto (le nostre sveglie sono sempre puntate al massimo alle 7.45, quando si tratta di vedere una nuova città inutile stare con le mani in mano) per visitare il Parlamento Europeo, le cui visite guidate venivano organizzate alle 9.. arrivati lì un bel cartello ci avverte che, per problemi tecnici, le visite ai privati non verranno eseguite fino almeno a Agosto, se non per tutto l'anno.. mi è dispiaciuto vedere una tale disorganizzazione, anche perché il sito non ne faceva parola, ma sono rimasta colpita dall'accoglienza della signorina che, appena ha visto due turisti di fronte al cartello, è prontamente uscita a spiegarci il disguido e proponendoci di visitare il Parlamentarium, ossia il museo del Parlamento Europeo, sempre nella stessa struttura.. vabbé meglio di niente!
non vi racconterò tutta la visita perché rischio di essere logorroica ma farò giusto riferimento alla mia FDM all'ingresso 
Erika: ebbè! ti pareva! ci sono le brochures in tutte le lingue e in italiano no!
Accoglienza: Buongiorno. Se volete fare il giro, l'inizio è da questa parte. Le brochures in italiano non ci sono perché siamo davvero tanti a Bruxelles.
E: ... 
Ecco quindi un consiglio spassionato che mi sento di darvi: non parlate italiano credendo che nessuno vi possa capire perché c'è sempre quell'italiano dietro l'angolo che vi sente e voi ci fate una FDM. 
comunque spero siate meno ignoranti di me che sono arrivata davanti al Parlamento e mi sono messa a piagnucolare perché io volevo le bandierine azzurre di fronte al palazzo enorme.. eccole, e non è il Parlamento ma bensì la Commissione Europea!
Comunque la sera abbiamo girato un po' fino all'ora di cena, quando abbiamo incontrato un mio ex collega e amico dell'università che è finito in Belgio e ci ha portato a mangiare le famosissime Frites. La Friterie Maison Antoine è un chioschetto al centro di una piazza  nel quartiere europeo, famosissimo per essere la migliore fritteria della città.. la fila per accaparrarsi un cono di patatine è lunghissima ma una vera tradizione. 
Foto di Maison Antoine, Bruxelles
Ai lati della piazza ci sono diversi pub e birrerie che permettono ai clienti di entrare con le patatine appena comprate e consumarle con un bel bicchiere di birra.. vi assicuro che l'abbinamento è celestiale! 
Sì, uno dei piatti della tradizione belga sono le patatine fritte. fritte due volte. patatine. mah.
Il sabato, l'ultimo giorno pieno, l'abbiamo dedicato quasi interamente a visitare Bruges. ecco, questa mi è piaciuta un sacco. una cittadina molto romantica, rinominata la Venezia del Belgio, e io un po' la vedo così, e mi è piaciuta molto di più di Venezia (mea culpa ma sono obiettiva).
 
La domenica, ultimo giorno, siamo andati a vedere l'Atomium, una mega struttura a forma di atomo.. le varie parti circolari sono visitabili e alcune sono addirittura affittabili per mostre o feste private. Quando l'abbiamo visitato noi, all'interno delle sfere c'era una mostra (non so se permanente o meno) sull'architettura della città. 
A parte che per arrivarci ci abbiamo impiegato il doppio del tempo per colpa della lonely planet, ci è piaciuto moltissimo, anche perché siamo soliti visitare ruote panoramiche e strutture che ci fanno vedere la città dall'alto, e questa faceva al caso nostro!
Che dire, mi sarebbe piaciuto tanto vedere la neve, e invece ci siamo solo beccati il freddo cane del Belgio d'inverno, ma senza avere avuto la fortuna di poterla toccare..  non so, finora è la città che mi ha convinto di meno tra tutte quelle viste.. vi dico che comunque ogni città lascia qualcosa, e vale sempre la pena visitare posti nuovi, quindi armatevi e partite e scoprire il mondo, magari a voi piace più che a me

6 commenti:

  1. Bruges sembra veramente bella! Beh viaggiare comunque hai ragione, accultura e ti da sempre qualcosa. Io sono pronto per Londra tra pochi giorni :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è piaciuta moltissimo ♥ non vedo l'ora di ripartire!

      Elimina
  2. A bruges è girato un film divertentissimo con Colin Farrel, si chiama proprio "In Bruges", te lo consiglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah ♥ Colin è uno dei miei attori preferiti, bell'accoppiata!

      Elimina
  3. beh, sembra interessante...!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo è, come ogni posto nuovo che visitiamo ♥

      Elimina